Una della notizie più attese di tutto il 2022: l’Oktoberfest è stato confermato ed ha scatenato entusiasmo tra le vie di Monaco e su tutti i canali social. Non solo felicità ma quasi commozione tra gli addetti ai lavori, che finalmente vedono la luce dopo due anni di annullamento causa pandemia. Ora non rimane che organizzare l’evento pubblico più famoso del mondo e far divertire le milioni di persone previste provenienti da ogni angolo d’Europa e non solo, dato che l’Oktoberfest vanta migliaia di fan anche da nazioni e continenti  come il Giappone e l’America. L’ultimo anno che è andato in scena l’Oktoberfest, le presenze hanno superato le sei milioni di persone.

Previsioni Oktoberfest 2022

Le richieste sono alle stelle sia per  le prenotazioni dei tavoli nelle grandi che nelle piccole tende, e si prevede un tutto esaurito con mesi di anticipo. Le strutture alberghiere stanno ricevendo centinaia di richieste e i bus previsti per l’Oktoberfest  sono migliaia per tutti e tre i week-end in cui si svolgerà quest’anno l’evento. Le date confermate sono quelle che vanno dal week-end di Sabato 17 a quello di Lunedi 3 Ottobre.

La conferenza stampa del sindaco di Monaco, Dieter Reiter di conferma dell’Oktoberfest 2022

Ecco un virgolettato delle frasi più salienti della conferenza stampa del sindaco Dieter Reiter del 29 Aprile 2022.

Ho deciso di dare istruzioni all’amministrazione oggi per avviare l’Oktoberfest 2022 senza condizioni e senza restrizioni“, ha detto Reiter venerdì pomeriggio. La relativa decisione sarà presentata al consiglio comunale a maggio.

“Sicuramente non ho preso questa decisione alla leggera. Non ho aspettato così tanto per tenere con il fiato sospeso la gente di Monaco e tutti i visitatori. Ho pensato molto e ho avuto molti colloqui per prendere una decisione oggi”, ha spiegato Reiter Dieter. Le sue considerazioni riguardavano essenzialmente due fattori: la componente politica e quella infettiva.

Da un punto di vista politico, non è possibile cancellare l’Oktoberfest 2022“, ha detto Reiter, riferendosi alla guerra di aggressione russa in Ucraina. “Dopo un’attenta considerazione, sono giunto alla conclusione che non sarebbe giustificato per questo motivo cancellare il Wiesn per una terza volta. Alla fine, ognuno deve comunque decidere da solo se e quanto vuole fare festa al festival folk“.

Sto caricando il modulo di calcolo preventivo...
Può impiegarci qualche secondo.